Biografia Giovanni Spinicchia

 

1937 – Nasce a Firenze.

1950 – Studi inferiori, superiori e Magistero d’Arte presso la Scuola d’Arte di Firenze (fino al 1958). Formazione in Affresco, Architettura, Arredamento. I suoi maestri sono: Renzo Grazzini, Onofrio Martinelli, Alberto Galigiani, Alessandro Parronchi.

1958 – Studi all’Accademi­a di Belle Arti di Firenze per la sezione di Scenografia (fino al 1961) con Angelo Maria Landi e Bruno Mello. Dal 1954 al 1961 collabora come disegnatore con gli architetti Giovanni Michelucci, Leonardo Savioli, Sandro Pagnini, Ernesto Miniati, Carlo Casini. Si interessa e collabora come grafico pubblicitario e cinematografico. E’ chiamato al Teatro Tenda di Vittorio Gassman come aiuto scenografo per una rappresentazione in Firenze.

1959 – E’ ammesso agli esami al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma.

1961 – Rinuncia al posto di scenografo offertogli­ dal Teatro Comunale di Fi­renze su proposta di Bruno Mello.

1961 – Si trasferisce in Sicilia per insegnare disegno in scuole medie dei Peloritani: Acquedolci, Galati Mamertino, San Marco D’Alunzio, Longi, Frazanò. Comincia a dipingere soggetti e ambienti locali.

1963 – La Galleria d’Arte “Flaccovio” di Palermo lo invita a partecipare ad una mostra.

1963 – Un’altra fonte di ispirazione di lavoro la trova nella villa di Capo d’Orlando del barone Lucio Pic-colo, cugino del Principe Tommasi di Lampedusa, nel cui palazzo ascolta la lettura dei Canti Barocchi. Tali incontri costituiscono la fonte ispiratrice dei futuri ritratti.

1966 – Si trasferisce a Roma dove continua nell’insegnamento e frequenta gallerie. Partecipa a rassegne e si incontra con artisti quali Pino Pascali, Tano Festa.

1969 – In ottobre si trasferisce a Firenze.

1971 – E’ titolare della cattedra presso il Liceo Artistico di Firenze per Figura ed ornato disegnato.

1972 – Frequenta l’Accademia di Salisburgo. Espone alla galleria fiorentina “Inquadrature 33 “, diretta da Marcello Innocenti. Nello stesso anno, il Comune di Cesena fa espressa richiesta di una sua opera per la propria collezione.

1972 – Prima personale a Palazzo Ridolfi di Firenze dedicata ai temi della Sicilia, temi che presto abbandonerà .

1972 – Influenzato da Gerhard Richter inizia a dipingere ritratti.

1980 – Raffaello Banchelli, titolare della Edi Grafica di Firenze, lo invita a far parte di un gruppo di artisti. Si interessano al suo lavoro Pier Carlo Santini, Giorgio Mascherpa, Dario Micacchi, Mario Penelope, Elvira Cassa Salvi, Raffaele de Grada, Franco Solmi.

1983 – E’ invitato ad Assisi a realizzare un manifesto per la Pace.

1983 – Lascia l’insegnamento per dedicarsi esclusivamente alla pittura.

1985 – Scompare Banchelli che aveva contribuito alla sua affermazione. La Cassa di Risparmio di Pistoia e la Banca Nazionale del Lavoro di Milano acquistano sue opere.

1987 – La collezionista Marion Duteurtre acquista una produzione di 356 opere di oli e pastelli per il Centro “VAAS” a Vence.

1992 – Espone in una rassegna italiana (Libro d’artista), al MOMA di New York. E’ presente con un’opera realizzata nel 1975 per conto del Candelaio Edizioni di Firenze.

1993 – L’Accademia di Belle Arti di Firenze lo incarica di insegnare alla Scuola Libera del Nudo. In polemica con le strutture direttive, nel 1994 lascia l’incarico.

1997 – Il Comune di Santa Croce sull’Arno lo invita alla collettiva Le figure delle passioni curata da Nicola Micieli. Con lui espongono Bodini, Carmassi, Caruso, T Ferroni, Moreni, Pericoli.

1998 – Espone per la prima volta il Polittico di New York dal titolo American Artist of the 80s alla Palazzina Mangari a Fiesole, Firenze.

2005  Espone nella tenuta di Montalcino dei Marchesi de’ Frescobaldi a Castel Giocondo alcuni dei suoi ritratti.

Mostre

1963
Palermo, Galleria “Flaccovi­o”

1966

Roma, Galleria “Grondaia”

1968
Roma, Galleria “Margutta”

1969
Perugia, “V Premio Corciano”

1970
Prato, Galleria “Arte Sì”;
Prato, Università 1971
Firenze, Saletta Conti; Firenze, Centro Culturale “S. Quirico”

1972
Firenze, Galleria “Il Mirteto” (personale)

1974
La Spezia, V edizione Biennale Castelnuovo Magra;
Barcellona, “XIV Premio Joan Mirò”

1975
Modena, Galleria dell’AICS, Presenze Fiorentine;
Cesena, Palazzo Comunale, Presenze Fiorentine;
Scandicci (FI), XXX della Resistenza;
Figline Valdarno (FI), Palazzo Pretorio;
Sassoferrato (AQ), XXIV rassegna “G.B.Salvi”;
Forlì, Accademia Romagna AICS, Grafica oggi;
Castelfiorentino (FI), Per una divulgazione popolare dell’arte;
Firenze, Estate Settignano;
Abbadia a Settimo (FI), “Rassegna d’Arte Contemporanea”

1976
Agliana (PT), Resistenza e Costituzione della Repubblica;
Firenze, Palazzo dei Congressi, “IX Mostra Biennale Art e Sport”

1977
Firenze, Galleria “CBR”, Prospettive 77; 
Firenze, Galleria “Studio Inquadrature/Tendenze”;
Firenze, Ente Regione Toscana, Tendenze

1979
Anversa (Belgio), Galleria “Workshop 77”;
Cape Town (Sud Africa), Internazionale di grafica

1982
Pistoia, Sala dei Vescovi, L’altra realtà ; 
Pistoia, VIII Rassegna Nazionale di Pittura “Città  di Pistoia”,
(Ir)realtà  (S)oggettiva;
Lucca, mostra omaggio degli italiani al Volto Santo di Lucca; 
Bari, Expo Arte;
Messina, Fiera Arte;
Basilea (Svizzera), Art 13

1983
Loro Ciuffenna (AR), Lirico intimismo, magia evocatrice, ambiguità inquietante; 
Salò, “Gasparo da Salò”, Biennale d’Arte Contemporanea;
Firenze, Edi Grafica, Figura di donna;
Assisi, Un manifesto per la Pace

1984
Brescia, Galleria “Il Segno Contemporaneo” (personale);
Firenze, Il Candelaio Edizioni, Matita e grafite;
Viareggio, Palazzo Paolina, Carnevale e maschere;
Luicciana (PT), Arte nel paesaggio (murales)

1985
Bologna, Reale Collegio di Spagna (personale); 
Trieste, Galleria Romani (personale);
Riva del Garda (personale);
Firenze, Galleria “L’Indiano” (personale);
Forte dei Marmi, “Vecchia Farmacia”, (personale);
Padova, Galleria “Il Sigillo”, 10 Artisti

1986
Firenze, Chiostro di S.Spirito, L’identità delle forme;
Scandicci (FI), Palazzo Comunale, Omaggio a Dino Campana;
Pistoia, XII Rassegna “Città di Pistoia”, Pianeta dell’immaginario;
Reggiolo (RE), Rocca Medioevale, “V Biennale di Pittura”

1987
Catania, Galleria “Arte Club” (personale)

1988
Modica (PA), Palazzo dei Mercedari, “Ibla Mediterraneo”;
Piombino, Mostra d’Arte Sacra, Dal profondo cosciente;
Firenze, Palazzo Strozzi, “XII Mostra Arte e Sport”;
S. Pietro Clarenza (CT), “X Rassegna Nazionale d’Arte Contemporanea”;
Seul (Corea), “Arte e Sport”;
New York, Galleria “Duteurtre”;
Los Angeles, Galleria “Duteurtre”

1989
New York, Galleria “Duteurtre”

1990
Siracusa, Sala del Caravaggio, Aspettando il Caravaggio;
Fiesole (FI), Palazzina Mangani, Un quadro per una vita;
Modena, Il cavallo nell’arte; Firenze, Palazzo Strozzi;
New York, Galleria “Duteurtre”

1991
New York, Galleria “Duteurtre”;
Klosters (Svizzera), Galleria “Duteurtre”

1992
Trapani, Asso Stampa, Il cavallo nell’arte;
Firenze, Palazzo Strozzi, Un gesto, un’immagine;
Marmirolo (MN); Saint-Denis (Isola de la Rèunion);
New York, Museum of Modern Art, Tbe artist and the book in twentieth century in Italy

1993
Jugoslavia, Stari Most (Un ponte di speranza);
New York, Galleria “Duteurtre”;
Nizza, “Flo”; Losanna, Hotel de Ville

1994
Capo d’Orlando (ME), Ecce Mater;
Vence (Francia), Galleria “Duteurtre”

1995
Firenze, Stazione Leopolda, Il disordine nell’arte; 
Empoli, Il Natale

1996
Firenze, Florence Dance, Sul mare (su musica di William Walton) (personale)

1997
S.Croce Sull’Arno (PI), Villa Pacchiani, Le figure delle passioni

1998
FIesole, Firenze – Palazzina Mangari, American Artist of the 80s

2005

Castel Giocondo Montalcino – Marchesi de’ Frescobaldi, Ritratti

Share Button

Lascia un commento